Menu

Quando incontri il tuo budda

Per offrirti la miglior esperienza di navigazione possibile IlGiardinodeiLibri. Per continuare la navigazione sul sito, devi autorizzare l'uso dei cookies. Disponibilità per la spedizione: Uccidere il Buddha quando lo si incontra significa superare il mito del maestro, il mito del guru, il mito dello psicoterapeuta; significa rinunciare al ruolo di discepolo e distruggere la speranza Ti è piaciuto questo libro? Quando incontri il tuo budda anche di condividerlo. Guadagni 14 punti Gratitudine! Il mio negozio di libri preferito, puntuale, veloce, con ottime offerte e una vasta gamma di titoli. Perfetto per i miei acquisti. Uccidere il Buddha quando lo si incontra significa superare il mito del maestro, il mito del guru, il mito dello psicoterapeuta; significa rinunciare al ruolo di discepolo e distruggere la speranza che qualcuno all'infuori di noi possa essere il nostro padrone. Scrivi una recensione e guadagna Punti Gratitudine! Un libro davvero illuminanteci apre alla consapevolezza che la vera gratitudine nei confronti del maestro si esprime nel diventare liberi e maestri di se stessi. Questo libro mi ha aiutato ed è entrato nella mia vita in un momento difficile, aprendomi nuove prospettive e rivalutando il percorso psicoterapeutico che sto affrontando

Quando incontri il tuo budda ordinarie illuminazioni quotidiane

Ti è piaciuto questo libro? Per una psicoterapia "umana" in cui l'incontro tra terapeuta e paziente è prima di tutto l'incontro tra due persone; e per una crescita che è a doppio senso: Uccidere il Buddha quando lo si incontra significa superare il mito del maestro, il mito del guru, il mito dello psicoterapeuta; significa rinunciare al ruolo di discepolo e distruggere la speranza che qualcuno all'infuori di noi possa essere il nostro padrone. Commenti sul post Atom. Privacy Cookie Mappa del Sito Dicono di noi. Rimini Capitale Sociale Vorrei proporvi una riflessione su un tema che parte dal titolo di un bellissimo libro di Sheldon Kopp, uno psicoterapeuta americano scomparso nel e che ci ha lasciato in eredità questo testo che trovo ancor oggi, quando lo riprendo in mano, pieno di stimoli attualissimi. Aggiungi al Carrello Guadagni 14 punti Gratitudine! Per continuare la navigazione sul sito, devi autorizzare l'uso dei cookies. Per molto tempo questo testo è stato per me una sorta di "bibbia" che mi ha aiutato a guardarmi dentro. Guadagni 14 punti Gratitudine!

Quando incontri il tuo budda

"Se incontri il Buddha per la strada uccidilo", ci fa entrare in quello strano paradosso per cui da un lato cerchiamo in un'autorità esterna (lo psicoterapeuta, il guru, il filosofo, ecc.) la via d'uscita ai nostri disagi esistenziali e alla nostra ricerca di senso nella vita; dall'altro prima o poi siamo costretti a . "Se incontri il Buddha per la strada, uccidilo". Questo è il titolo, un po' provocatorio, di un libro molto interessante, scritto nel da Sheldon B. Kopp, psicoterapeuta di Washington. Ma che cosa vuol dire uccidere il Buddha? Uccidere il Buddha, quando lo si incontra, significa superare il mito del maestro, del guru, del sacerdote. «Se incontri il buddha per la strada, uccidilo!» Uccidere il Buddha quando lo si incontra significa superare il mito del maestro, il mito del guru, il mito dello psicoterapeuta; significa rinunciare al ruolo di discepolo e distruggere la speranza che qualcun altro, all’infuori di noi, possa essere il nostro padrone. Inserisci qui il tuo. Se incontri il Buddha uccidilo! (Zen, Gesù e altre storie) Quando ti alzi il tuo primo pensiero devi essere TE, non il lavoro, non la casa da pulire, non la guerra d’oltreoceano. Quindi, alzati e occupati di te. Che sia prepararsi una buona colazione, uscire a fare una passeggiata.

Quando incontri il tuo budda